Viaggio alla scoperta dell'Italia: la Sicilia

sicilia

Buongiorno a tutti, sono •†Ðє∂ιиᆕ la vostra lettrice preferita!

Oggi voglio portarvi con me attraverso l’Italia. Magari molti di voi non sanno la bellezza della nostra terra, perciò, voglio portarvi con me in questo viaggio. Bene! Vorrei cominciare con la mia regione, la mia madre terra: la Sicilia.

La Sicilia è quella terra dove piangi tre volte: quando arrivi, quando parti e quando ti pesi. Perché si sa che in Sicilia al primo posto troviamo sicuramente del buon cibo, al secondo il mare e al terzo la storia e la cultura. Infatti, vorrei proprio cominciare dal buon cibo.

Dovrei fare un elenco lunghissimo delle cose buone che troviamo in Sicilia e sicuramente al primo posto metterei l’arancin* così tutti siamo felici (non voglio aprire nessun dibattito sono buoni entrambi), al secondo posto metterei la focaccia messinese e al terzo posto metterei pane e panelle. Ripeto, questo è il “fast food” della Sicilia (insieme a molto altro) ma ci sono altre cose buonissime che vi consiglio di provare quando e se la visiterete.

Adesso passiamo al secondo punto: il mare.

Il mare in Sicilia è tutto bello ma ci sono posti dove il mare è alto e blu oceano e posti dove è basso (intendo che cammini per chilometri e tocchi sempre) e cristallino. Due posti da visitare indiscutibilmente sono: Lo stretto di Messina e San Vito lo Capo. Lo stretto di Messina è un braccio di mare che separa la Calabria ad est dall'isola di Sicilia e, più in generale, quest'ultima dall'Europa continentale ad ovest, collegando i mari Tirreno e Ionio e bagnando le città metropolitane di Reggio Calabria e Messina. San Vito Lo Capo si trova sulla costa occidentale della Sicilia, nella penisola omonima che si conclude con Capo San Vito, con a occidente il golfo di Macari e a oriente la riserva dello Zingaro e il Golfo di Castellammare

Infine, concludiamo con la cultura e la storia.

La Sicilia è stata meta di colonia da ben tre culture diverse: Spagnoli, Normanni e Arabi. Ci hanno lasciato palazzi e arte bellissimi. Come la cattedrale di Palermo in stile Arabo-Normanna costruita nel 1185. Nei secoli ha subito tantissime trasformazioni, la più importante nel tardo Settecento che sconvolse completamente la struttura interna. Oppure il teatro antico di Taormina l'impianto originario risale al terzo secondo A.C. A partire dagli anni cinquanta il teatro è stato impiegato come struttura teatrale all'aperto per varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro ai concerti, dalle cerimonie di premiazione del David di Donatello ai concerti sinfonici, dall'opera lirica al balletto. Dal 1983 è sede di Taormina Arte, manifestazione di spettacoli che si svolge tutti gli anni nel periodo estivo, e del Taormina Film Fest. Il teatro è stato anche sede di alcune riprese del film La dea dell'amore di Woody Allen. Nel 2017 il teatro è stato il palcoscenico per dei concerti nonché per la sfilata principale del G7 tenutosi a Taormina.

Il mio viaggio volge al termine, spero non vi siate annoiati e fatemi sapere se quello che avete letto lo sapevate. Purtroppo, come già avevo detto mancano molte cose della Sicilia ma sta a voi andare alla scoperta di ogni città.

Per me questa è la Sicilia, questa è la mia terra. Arte, del buon cibo e divertimento.

Fatemi sapere se vi è piaciuto l’articolo e ci vediamo presto per un altro viaggio attraverso l’Italia. Ciao!

Nyligen uppdaterat innehåll